Paolo Vanacore

Paolo Vanacore, autore e regista, napoletano, vive a Roma, è laureato in Storia del Teatro. Nel 2006 il saggio “Gennaro Pasquariello, attore e cantante di varietà” vince il Premio Nazionale Studio 12 nella Sezione Teatro. Nel 2006 il racconto “Che vuole Marta?” viene inserito nell’antologia di racconti “Men on Men vol.5” per Mondadori curata da Daniele Scalise. Nel 2008 pubblica la raccolta di racconti “Donne Romane, storie al margine sotto l’argine” (Edilet, prefazione di Roberto Cotroneo), un ritratto della periferia romana degli anni 70’-’80 dal punto di vista femminile; di alcuni dei racconti presenti nel libro cura la successiva messa in scena (adattamento teatrale e regia). Nel 2011 pubblica “Piccoli quadri romani” (Edilet, prefazione di Edoardo Sala, nota di Mario Scaccia) dieci corti teatrali in dialetto romanesco). Nel 2014 per Tempesta Editore pubblica “Mi batte forte il cuore” una fiaba per bambini sul tema dell’omogenitorialità e nel 2015 il romanzo “Vite a buon mercato” scritto con Silvia Mobili e Romeo Vernazza. Nel 2017 il romanzo “L’ultimo salto del canguro” (Castelvecchi, prefazione di Andrea Carraro). Nel 2018 torna alla fiaba per bambini con “Il canto degli alberi” in cui racconta la nascita dei violini stradivari (Sillabe Editore). Sempre nel 2018 pubblica per Lilit Books il romanzo breve “La vera storia di Rosy D’Altavilla” (prefazione di Nicola Fano) tratto da un suo fortunato spettacolo teatrale. Ha frequentato la scuola di scrittura Omero.

Ha pubblicato per Lilitbooks:
La vera storia di Rosy D'altavilla